Home

Faccio programmi su misura per amatori.

Vuoi migliorare le tue prestazioni?   Clicca qui

Risultati e Prossime gare

Login



Sondaggi

Chi è il tuo preferito?
 

Visite dal 23/11/2009

Tommaso Ticali, l'allenatore dei top runner
Trieste Women Run, Anna Incerti testimonial PDF Stampa E-mail
Scritto da Il piccolo- Trieste   
Sabato 13 Aprile 2013 14:40

Trieste Women Run, Anna Incerti testimonial

 

La nascita della piccola Martina è prevista a maggio e Anna Incerti, campionessa europea di maratona, sta vivendo in serenità la gravidanza, tra relax e allenamenti mirati al mantenimento della forma fisica, conciliando naturalmente la vita da sportiva a quella di futura mamma.Piccoli esercizi quotidiani, mentre la pancia cresce, in attesa del lieto evento, insieme al marito Stefano Scaini, testimonial della Nuova Bavisela e nella rosa dei top runner alla prossima Maratona d’Europa del 5 maggio. Con Trieste e soprattutto con la Nuova Bavisela, i due runner hanno instaurato nell’ultimo anno un legame speciale.Tra i prossimi impegni della campionessa azzurra ci sarà infatti la Trieste Women Run (organizzata da 42K insieme alla Maratona d’Europa), la corsa tutta al femminile in programma il 14 aprile con partenza e arrivo al centro commerciale Montedoro Freetime, che la vedrà presente in veste di testimonial, un appuntamento al quale Anna tiene molto, soprattutto per l’aspetto sociale della manifestazione, che devolverà il 70% del ricavato a due strutture locali che si occupano di tutelare le donne vittima di violenza, il Goap e la Casa La Madre Caritas di Trieste.

Ultimo aggiornamento Sabato 13 Aprile 2013 15:26
Leggi tutto...
 
COMPRATE QUESTO BELLISSIMO LIBRO SCRITTO DA PUPETTA GRECO PDF Stampa E-mail
Scritto da Greco Pupetta   
Mercoledì 27 Marzo 2013 14:19

COMPRATE QUESTO BELLISSIMO LIBRO SCRITTO DA PUPETTA GRECO!

Ultimo aggiornamento Mercoledì 27 Marzo 2013 14:20
 
VINCENZO AGNELLO VINCE IL TROFEO DEL MARE. PDF Stampa E-mail
Scritto da LO CICERO GERRY   
Lunedì 25 Marzo 2013 13:35

"c'è sempre una prima volta" ! cosi recita un noto aforisma! e quando accade che questa "prima volta" si concretizza in una manifestazione sportiva, una gara podistica in un comune dove da tanti anni si aspettava una bella giornata di sport e di festa e tale giornata ottiene un ottimo successo e viene organizzata in modo lusinghiero, proprio come ieri è stato nella frazione bagherese di Aspra, beh...sicuramente questa del primo trofeo del mare è stata una bellissima "prima volta"!E' davvero con una particolare punta di orgoglio e, permettetemi, anche con una fortissima soddisfazione personale e della mia stessa società sportiva che scrivo queste parole sulla gara di domenica 24 marzo ad Aspra; una grande soddisfazione, la nostra, per esser riusciti a organizzare e gestire al meglio questa nostra prima esperienza! siamo contenti davvero, di tutto! assolutamente si;Sto scrivendo da membro dello staff organizzatore dell'intera manifestazione, la società sportiva dilettantistica A.P.B. - Atletica Bagheria capitanata dal nostro bravissimo presidente Tommaso Ticali e supervisionata dal responsabile del settore amatori/master nonché carissimo amico Antonino Russo.Negli immediati giorni precedenti alla gara, abbiamo avvertito un pò di ansia e apprensione per il timore, sottile, che qualcosa non potesse andare per il verso giusto! ma sono stati sentimenti dettati proprio dalla grandissima voglia e forte volontà che avevamo tutti gli organizzatori e collaboratori di far riuscire, e regalare a tutti i partecipanti e a tutto il pubblico, una manifestazione in piena regola senza alcun difetto! e, sempre con il mio rinnovato orgoglio, penso di poter affermare con assoluta certezza che ci siamo riusciti!E’stata una giornata perfetta!

Leggi tutto...
 
DANIELE MEUCCI ALLA MEZZA MARATONA DI NEW YORK 1 ORA 01’06” PDF Stampa E-mail
Scritto da fonte fidal   
Domenica 17 Marzo 2013 19:11

GRANDE PRESTAZIONE PER DANIELE MEUCCI ALLA MEZZA MARATONA DI NEW YORK  1 ORA 01’06” L'azzurro nella Grande Mela è superato solo dal bronzo olimpico Kipsang (1h01:02) e diventa il sesto italiano di sempre in mezza maratona

Daniele Meucci si conferma a New York. Dopo la bella vittoria sulla 10 km, a maggio dello scorso anno, l'azzurro dell'Esercito - nel 2012, argento europeo dei 10000 metri e bronzo continentale del cross - oggi è tornato a Central Park in una gelida mattinata con i prati ancora coperti di neve. Ad attenderlo i 21,097 km della New York City Half 2013 che il 27enne pisano, con alle spalle i 15000 runners protagonisti dell'evento, ha affrontato sempre nel gruppo di testa, andando a chiudere in seconda posizione in 1h01:06, a soli 4 secondi dal keniano, bronzo olimpico di maratona, Wilson Kipsang 1h01:02. Terzo lo statunitense Dathan Ritzenhein in 1h01:10. Grazie a questo crono Meucci, autore di un progresso personale di 1 minuto e 24 secondi (prec. PB 1h02:30 ad Udine nel 2011), scala la top10 italiana della distanza insediandosi al sesto posto, a 46 secondi dal record nazionale di Rachid Berradi (1h00:20, Milano, 13 aprile 2002). Una lista che a seguire comprende anche i nomi di Marco Mazza (1h00:24 nel 2002), Giuliano Battocletti (1h00:47 nel 2002), Stefano Baldini (1h00:50 nel 2000 e 1h01:01 nel 1997) e Vincenzo Modica (1h01:03 nel 1993). Come rilevato dai passaggi intermedi, quella di Meucci è stata praticamente una tutta in progressione: 15:04/5km, 29:40/10km, 43:55/15km, 58:00/20km. L'avvio è stato piuttosto sonnacchioso per tutti, ma a metà gara il ritmo si è sciolto e Meucci è riuscito a districarsi molto bene in mezzo ai top runners. L'azzurro - 28:20 tra il 10° e il 20°km - ha così gestito Ritzenhein e tenuto la scia di Kipsang, restandogli ad una manciata di secondi fino al traguardo.

Soddisfazione nella parole di Massimo Magnani, DT azzurro e tecnico personale di Meucci: "Kipsang era fuori portata, ma Daniele oggi ha fatto una gran cosa. Ha saputo interpretare la gara con notevole intelligenza tattica. Questo è senz'altro un segnale che ci fa ben sperare per il futuro. Significa che c'è margine su cui lavorare anche in prospettiva di un'esperienza sulla maratona in autunno. Questa era la sua quinta uscita sui 21,097km e intanto non escludiamo che possa correre presto un'altra mezza maratona, magari già il 7 aprile a Berlino. Per la pista, invece, siamo alla ricerca di un 10.000 che lo porti su tempi da 27:20. A quanto pare, il raduno in Kenya ha dato i suoi frutti. Meucci non aveva mai fatto allenamento in altura e i riscontri mi sembrano molto positivi anche per la consapevolezza che ha potuto maturare in quel contesto di grandi campioni africani".

Nella gara femminile, Valeria Straneo (Runner Team 99) ha, invece, chiuso in ventesima posizione nel tempo di 1h13:57 (34:38 ai 10km). Vittoria alla keniana Caroline Rotich in 1h09:09 davanti alla burundiana Diane Nukuri-Johnson (1h09:12) e alla croata Lisa Stublic (1h09:18).

PRIMI 20 CLASSIFICATI MASCHILI E FEMMINILI.:

Leggi tutto...
 
1 TROFEO DEL MARE GARA PODISTICA DI KM 10 PDF Stampa E-mail
Scritto da Tommaso Ticali   
Sabato 09 Marzo 2013 17:30

A.S.D.POL. A.P.B.

REGOLAMENTO UFFICIALE 2013

1 TROFEO DEL MARE GARA PODISTICA DI KM 10

COPPA  BAR ESTER DEL CORSO

 

GARA PODISTICA CITTA’ DI BAGHERIA

24 MARZO 2013- ORE 10,00

 

Il Comitato Regionale FIDAL Sicilia indice e la Società Polisportiva A.P.B./ A.S.D. Atletica Bagheria organizza, con la collaborazione del Comitato Provinciale FIDAL di Palermo e con il patrocinio del Comune di Bagheria e la provincia regionale di Palermo, per Domenica 24 Marzo 2013 con inizio alle ore 10:00, il 1° Trofeo del mare , gara podistica su strada sulla distanza di Km 10.

 

NORME PARTECIPAZIONE

Alla gara possono partecipare tutti i maggiorenni in possesso di tessera FIDAL settore Amatori/Master e tesserati con ente di promozione sportiva riconosciuti dal CONI in regola con il tesseramento 2013 e con le norme assicurative e di tutela sanitaria previsti dalla legge. Gli atleti non tesserati per nessuna Federazione o Enti di promozione sportiva, dovranno allegare tassativamente una copia del certificato medico, valido alla data della manifestazione, di idoneità agonistica rilasciato da un centro di medicina dello sport, con la dicitura ATLETICA LEGGERA, e comunque devono aver compiuto alla data della manifestazione il 18° anno di età. Gli atleti liberi saranno tesserati con la Società organizzatrice per un E.P.S.

 

ISCRIZIONE

Le iscrizioni per la gara di 10 km dovranno pervenire entro le ore 24.00 di mercoledì 20 marzo 2013:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

NON SARA' POSSIBILE ISCRIVERSI IL GIORNO STESSO DELLA GARA

Leggi tutto...
 
• Correndo tra le pietre antiche PDF Stampa E-mail
Scritto da LO CICERO GERRY   
Domenica 03 Marzo 2013 16:40
·         Correndo tra le pietre antiche.
Salire…soffrire! In alcuni tratti della strada, trovarsi quasi ad arrancare tanto quel nero asfalto si impennava, per poi ritrovarmi, quasi meravigliato da me stesso, a correre con più forza e qualche manciata di secondi più veloce quando quella strada ti concedeva un attimo di minor pendenza e un attimo di respiro!!! È la strada che dal piazzale Falcone Borsellino sul lungomare di San Leone mi portava su…su e ancora più su fin a lambire il tempio di Giunone, all’interno della bellissima area turistica e archeologica della Valle dei Templi, ad Agrigento!
Ultimo aggiornamento Domenica 03 Marzo 2013 16:41
Leggi tutto...
 
IL RUMORE DELLE EMOZIONI PDF Stampa E-mail
Scritto da Greco Pupetta   
Venerdì 22 Febbraio 2013 20:49

SCRITTO DA PUPETTA GRECO

IL RUMORE DELLE EMOZIONI

Sono il custode geloso dei sentimenti, il punto nevralgico dell’impulso vitale.Sono il rumore delle emozioni e la sentinella di ogni atto d’amore.Sono il Cuore, un pugno di energia pura.Faccio la differenza tra una fuga ed una corsa: nell’una faccio sentire l’odore della paura, nell’altra il profumo della libertà.La corsa è una mia creatura prediletta, alla quale mi dono totalmente. Calibro il ritmo giusto ad ogni passo, in modo che la fatica si senta con gioia. Esplodo d’entusiasmo ad ogni traguardo affinché ognuno nello sfinimento possa sentirsi vivo più che mai.Anche nel momento di massimo sforzo ogni mio battito è un incitamento a non lasciarsi andare, a continuare a credere in se stessi, a sperare di arrivare bene seppur stanchi. Sempre felici di oltrepassare quella linea del traguardo, oltre il quale si azzera ogni fatica e la voglia di ricominciare riparte.Trovare gente festante lungo il percorso e all’arrivo mi riempie di gioia, come un dono inaspettato per un bambino. L’incitamento di un compagno in certi momenti è una carica inestimabile per me.

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 22 Febbraio 2013 20:57
Leggi tutto...
 
Per migliorare il vostro primato sui 10 km adesso c’è un percorso super piatto e veloce a Bagheria! PDF Stampa E-mail
Scritto da LO CICRO GERRY   
Giovedì 07 Febbraio 2013 12:59
Per smarcare il vostro cronometro più veloce sui diecimila metri su strada, adesso c'è Bagheria!

 

Finalmente Bagheria!!! Finalmente la "città delle ville" ha anch'essa una gara podistica ufficiale inserita nel calendario Fidal 2013 per il circuito Grand Prix di corsa Sicilia!
E non poteva mancare, da troppo tempo si attendeva una manifestazione sportiva di spessore nella nostra città; Bagheria, soprannominata la città delle ville per le sue famose quanto bellissime ville storiche tutte di epoca barocca: la più nominata Villa Palagonia, detta anche la villa dei mostri per le sue bizzarre e pittoresche quanto grottesche sculture; ma anche Villa Cattolica con il suo museo dedicato al pittore Renato Guttuso, il Palazzo Butera con la sua storia più antica risalente al 1658; e poi ancora il Palazzo Gutò e Villa Valguarnera e tante altre ville che ora sarebbe troppo lungo da elencare qui;
Bagheria, cittadina legata anche a illustre personalità: il patriota Andrea Cuffaro, il poeta Ignazio Buttitta, il matematico Giuseppe Bagnera, il pittore renato Guttuso, la scrittrice Dacia Maraini, il regista Giuseppe Tornatore, la campionessa europea e medaglia d'oro Anna Incerti...di cui noi tutti dell'Atletica Bagheria siamo orgogliosi e fieri di avere una nostra concittadina come atleta professionista ai più alti livelli e che in atletica e in maratona ci ha sempre riempiti di soddisfazione!!! Ma Bagheria, insieme con la nostra società sportiva, sono state anche il teatro che ha visto nascere un altro grandissimo campione della maratona e dell'atletica, Vincenzo Modica, argento ai mondiali di Siviglia e bronzo agli europeo di Budapest!...entrambi gli atleti, Anna Incerti e Vincenzo Modica, allenati dal bravissimo tecnico  Prof. Tommaso Ticali, nostro presidente di società sempre disponibile e generoso di consigli e allenamenti anche per noi atleti amatori, semplici appassionati della corsa di resistenza;
E dunque, con uno scenario come il nostro di Bagheria, uno scenario ricchissimo di fascino, storia, palazzi e ville, personaggi famosi e campioni dello sport, non poteva più mancare una vera gara podistica!
E la gara sarà il 24 marzo sul lungomare di Aspra (sempre comune e territorio di Bagheria)! è organizzata su un percorso super piatto e veloce, il percorso ideale per fare il proprio record cronometrico sui 10 mila metri su strada; infatti il percorso sarà misurato con assoluta dovizia e precisione e misurerà (finalmente) 10 km esatti! tra l'altro, dove si svolgerà la gara è uno dei percorsi misurati dove spesso si allena Anna Incerti,  sempre seguita dal marito e altrettanto campione Stefano Scaini, con il coach Tommaso Ticali che li segue in bicicletta tenendo d'occhio l'allenamento dei nostri campioni! E spessissimo, questo percorso di Aspra vede correre insieme ad Anna Incerti e Stefano Scaini anche l'altrettanto nostro campione Vincenzo Agnello, un ragazzo che fa già parlare di se nel panorama nazionale della corsa di resistenza e dell'atletica leggera, spessissimo inseguiti dall'altrettanto fortissimo atleta amatore Maggiore Matteo che ha la bravura e la fortuna di poter correre a certi ritmi che gli permettono di far da lepre a campioni del calibro di Incerti!!!

Ultimo aggiornamento Giovedì 07 Febbraio 2013 13:29
Leggi tutto...
 
La morte improvvisa e l’attivita’ sportiva PDF Stampa E-mail
Scritto da PROF.GIUSEPPE FRANCAVILLA   
Domenica 27 Gennaio 2013 18:26

La morte improvvisa e l’attivita’ sportiva di Giuseppe Francavilla

IL MEDICO SOCIALE DELLA NOSTRA POLISPORTIVA CI PARLA DELLA MORTE IMPROVVISA NELLO SPORT.

L’attività sportiva non è causa di per sé di aumentata mortalità, piuttosto a volte, può essere da stimolo all’arresto cardiaco sovrapposto causato da situazioni patologiche cardiovascolari predisponenti alle aritmie ventricolari.

Pertanto quando il mondo dello sport viene travolto da eventi mortali improvvisi, chi veramente conosce l’affidabilità di questa branca della Medicina Interna, viene sollecitato a valutare l’evento nella sua interezza per cercare di capire se tutto è stato eseguito con professionalità nella ricerca di eventuali sintomi nascosti.

Uno degli aspetti fondamentali nella strategia di prevenzione della morte improvvisa consiste nella ricerca di segni clinici e strumentali che siano in grado di predire l’evento in maniera affidabile: i così detti markers di rischio.

La morte improvvisa da sport richiede la ricerca di tali indicatori e tutto questo diventa più problematico quando viene rivolto ad una popolazione di soggetti sani, asintomatici o che “si dichiarano tali” .

Nell'ultimo decennio si è assistito in Italia ed in tutte le fasce sociali ad un interesse crescente verso la pratica di attività sportive sia agonistiche che non agonistiche.

Questo naturalmente, se da una parte ha evidenziato una migliore intuizione sociale riguardante un vivere più sano e un tentativo di fare prevenzione nei riguardi dei paramorfismi e di alcune malattie metaboliche e cardiovascolari, dall'altro ha creato una serie di incidenti mortali che hanno messo a “rumore” il mondo dello sport.

Gli incidenti cardiovascolari, ed in particolare la morte improvvisa di giovani soggetti apparentemente sani o adulti impegnati in attività sportive, rappresentano gli eventi più drammatici nella medicina sportiva.

 

Ultimo aggiornamento Domenica 27 Gennaio 2013 18:27
Leggi tutto...
 
GIORGIO DOMINA I CAMPIONATI REGIONALI DI CROSS A PIAZZA ARMERINA! PDF Stampa E-mail
Scritto da Tommaso Ticali   
Domenica 27 Gennaio 2013 16:03

GIORGIO SCIALABBA DOMINA I CAMPIONATI REGIONALI DI CORSA CAMPESTRE E DEDICA LA VITTORIA AL NONNO SCOMPARSO MERCOLEDI SCORSO!

GIORGIO SCIALABBA SI LAUREA A PIAZZA ARMERINA CAMPIONE REGIONALE ASSOLUTO DI CORSA CAMPESTRE ,SUBITO DOPO LA PARTENZA   HA PRESO IL COMANDO DELLA GARA ED HA TENUTO UN RITMO COSTANTE PER TUTTI I NOVE  KM DISTANZIANDO GRADUALMENTE TUTTI I SUOI AVVERSARI,HA TAGLIATO IL TRAGUARDO A BRACCIA ALZATE COL TEMPO DI 29’28”,OTTIMO SECONDO POSTO PER ALESSIO TERRASI CHE HA PRECEDUTO ALESSANDRO GULIZIA.DI BUON LIVELLO LA GARA DELLA CATEGORIA ALLIEVI,CON VITTORIA IN VOLATA DI GIACOMO DEGAETANO SU FILIPPO TAVORMINA,AL TERZO POSTO IL MAZZARINESE MICHELE CARDILLO.INTERESSANTE LA GARA ALLIEVE DOMINATA SIN DALLE PRIME BATTUTE DA VALENTINA TURONE CHE HA AVUTO LA MEGLIO SU FEDERICA SUGAMIELE E BARBARA VASSALLO.NELLA CATEGORIA JUNIOR MASCHILE PASSEGGIATA DEI GEMELLI TUNISINI CON VITTORIA DI ALA ZOGHLAMI SU OSAMA. DI BASSO LIVELLO TECNICO LE RESTANTI GARE.

CLASSIFICA;

.

Ultimo aggiornamento Domenica 27 Gennaio 2013 17:15
Leggi tutto...
 
PREMIO TOP ATLETICA 2012, VENERDI' 25 GENNAIO 2013 ORE17,30 COMUNE DI MODICA PDF Stampa E-mail
Scritto da LORENZO MAGRI   
Lunedì 21 Gennaio 2013 17:58

PREMIO TOP ATLETICA 2012 -VENERDI' 25 GENNAIO 2013 -ORE 17,30 COMUNE DI MODICA 


 


La prima edizione del premio «Top Atletica 2012» ha proclamato i protagonisti dell’atletica ragusana. L'iniziativa del quotidiano La Sicilia che dell'8 settembre del 2011 ha riservato uno spazio settimanale nell'edizione del giovedì dell'edizione di Ragusa, ha colto nel segno coinvolgendo nella scelta i lettori. Sarebbe stato facile, sulla scorta dei risultati ottenuti da atlete e atleti e società iblee, stilare una classifica finale con buona pace per tutti e, magari, con la certezza di non aver sbagliato mettendo sul piatto i risultati cronometrici o i piazzamenti.

Invece il quotidiano La Sicilia ha voluto delegare il compito di scegliere i «top» ai lettori e, così, i nomi e le società da premiare per la stagione 2012 sono stati scelti solo da loro. In questa maniera, oltre a personaggi noti come l’azzurrino del fondo modicano Giuseppe Gerratana, c'è stata la possibilità di conoscere nomi e volti nuovi, che magari, sono stati citati poco o, addirittura, mai citati nella pagina «Speciale atletica» del giovedì.

Il premio «Top Atletica 2012» è così destinato a diventare un riconoscimento sportivo e anche un punto di forza del territorio.

E così solo sulla scorta delle classifiche redatte grazie alle vostre segnalazioni che numerose sono arrivate alla nostra mail (atletica@lasicilia. it), il premio per oltre tre mesi (il via il 13 settembre e chiusura delle votazioni il 15 dicembre) ha contribuito a dare risalto con un riconoscimento, alla dura fatica di chi prova a svettare in uno sport affascinante, ma duro come l’atletica, o alla semplice passione di chi pratica questa disciplina da amatore o da appassionato che, magari, corre senza neanche competere.

Ultimo aggiornamento Lunedì 21 Gennaio 2013 18:01
Leggi tutto...
 
RECORD PERSONALE PER GIULIO GATTUSO DI UDINE SCAVALCA LA MISURA DI 2,06!!!!! PDF Stampa E-mail
Scritto da Tommaso Ticali   
Domenica 20 Gennaio 2013 14:35

RECORD PERSONALE PER GIULIO GATTUSO NEL SALTO IN ALTO, HA SCAVALCATO AL MEETING DI UDINE  LA MISURA DI 2,06!!!!!

Giulio Gattuso  si classifica al terzo posto al  meeting nazionale indoor citta’ di   Udine  di salto in alto.

Giulio ha superato alla prima prova le misure di: 1,86; 1,91; 1,95; 1,99; 2,03; poi ha stabilito il suo primato personale saltando alla seconda prova la  misura di 2,06, ed ha sbagliato d’un soffio l’asticella posta a 2,08,ma spera di superare questa misura nel mese di febbraio ad Ancona  in occasione dei campionati Italiani indoor.Era da piu’ di 10 anni che un saltatore siciliano non raggiungeva queste misure nel salto in alto.Giulio è iscritto all’universita’ di Gorizia  dove frequenta il terzo anno nella  facolta’ di lettere e filosofia corso di laurea in Dams,ed è tesserato per la polisportiva A.P.B. Bagheria. Giulio dedica la vittoria a tutti gli sportivi bagheresi,

Leggi tutto...
 
Eurocross l'oro di Lalli entusiama Budapest PDF Stampa E-mail
Scritto da MARCO SICARI   
Domenica 09 Dicembre 2012 16:41

di Marco Sicari

Dominio del molisano: è la prima medaglia individuale per l'Italia nella storia della manifestazione. Terzi

Un atto di forza. Oppure (a scelta) una dimostrazione di superiorità assoluta. Roba da stropicciarsi gli occhi. Andrea Lalli ha vinto i Campionati Europei di corsa campestre, oggi pomeriggio a Budapest, scegliendo l’arma di maggior effetto: la corsa di testa, la volata infinita senza respiro, dal colpo di pistola al traguardo. Lo strumento che gli ha consentito di imporsi in passato, con altrettanta autorevolezza, nelle categorie giovanili (titoli europei Under 23 a Bruxelles 2008, e Junior a San Giorgio su Legnano 2006). Su un percorso completamente ricoperto dalla neve, e con una temperatura di parecchi gradi sotto lo zero, Lalli ha preso il largo subito, poco dopo la partenza, seguendo dapprima le tracce del francese Chahdi, e poi andando via da solo, senza remore. Come fosse la cosa più naturale del mondo. Tutta una gara di testa, con il divario ad ampliarsi, giro dopo giro, e ridotto alla fine a “soli” dieci secondi in virtù di un’ultima tornata passata a salutare, scherzare con le telecamere, e infine a vestirsi del tricolore, indossato con disinvolture sulle spalle nella retta d’arrivo.

Piedi come molle d’acciaio, capaci di rimbalzare sulla neve neanche fosse una pista; gambe talmente potenti da trasformare le salite in tratti di pianura, almeno a guardare il divario accumulato a proprio vantaggio ad ogni impennata del tracciato. Lalli (25 anni, tesserato per le Fiamme Gialle, allenato da Luciano Di Pardo) ha letteralmente entusiasmato, portando all’Italia la prima medaglia individuale assoluta dopo diciotto edizioni dell’Europeo di cross. Dato che mette questo trionfo nella piccola grande storia della nostra atletica. Neanche il tempo di gioire, che sul traguardo, alle spalle del molisano e di Chahdi, è piombato come un falco il pisano Daniele Meucci, l’ingegnere dell’Esercito, a prendersi il bronzo nella volata a quattro (con il britannico Farrell e gli spagnoli Lamdassem e Castillejo) per la terza posizione. Un premio doppiamente meritato, considerata la caduta nella quale il toscano è rimasto coinvolto intorno alla metà di gara.

E non è finita qui.

Leggi tutto...
 
Alfio Giomi è il nuovo presidente della Fidal PDF Stampa E-mail
Scritto da fonte fidal   
Martedì 04 Dicembre 2012 06:44

Battuto Alberto Morini nell'Assemblea di Milano. Netto il risultato a favore del grossetano: 60,7 contro 39,3 per cento dei voti

Alfio Giomi è il nuovo presidente dela Fidal. Sessantaquattro anni, grossetano,già vicario durante la presidenza di Gianni Gola,Giomi ha ottenuto nel corso della XLI Assemblea nazionale ordinaria di Milano il 60,7 per cento delle preferenze, sconfiggendo Alberto Morini (l’altro candidato alla successione di Franco Arese) che si è fermato al 39,3 per cento. Lo stesso Morini, prima che Giomi pronunciasse il suo discorso da presidente, ha preso la parola, invitando l’atletica italiana a stringersi intorno a lui. “E un’emozione incredibile – le prima parole di Giomi – è il sogno di chiunque abbia vissuto l’atletica da dirigente di società come ho fatto io. Già essermi candidato alla presidenza era stato qualcosa di molto toccante, ora essere riuscito a cogliere questo risultato mi dà una gioia immensa”. Il risultato è netto, forse anche più ampio dei sondaggi della vigilia: nessuna sorpresa per Giomi: “Ma solo perché ho girato l’Italia, in questi mesi, e ho parlato alle persone guardandole negli occhi. Sapevo che avrebbero rispettato quanto promesso, è stato un segnale di grande maturità”.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 04 Dicembre 2012 13:04
Leggi tutto...
 
“24 ORE DEL SOLE” UN LEONE SUL PODIO PDF Stampa E-mail
Scritto da pupette greco   
Lunedì 03 Dicembre 2012 21:44

Racconta la tua storia,  Palermo, 24-25 novembre 2012

24 ORE DEL SOLE”

UN LEONE SUL PODIO

di Pupetta Greco

“Cosa ti è successo?” “ Il medico mi ha consigliato di stare a riposo, ho uno stiramento al polpaccio.” “ Va bene, vorrà dire che andremo in Sicila da turisti. Correrai la tua prima 12 ore un’altra volta, quando te la sentirai.”

Questo dialogo, tra me e Paolo, risale a dieci giorni prima della “24 ore del Sole” di Palermo. In quei dieci giorni tutta la concentrazione di mio marito si riversò nella cura della gamba infortunata, con medicamenti, fasciature e terapie varie.

Siamo partiti alla volta della Sicilia non con il solito entusiasmo che caratterizza Paolo e che inevitabilmente contagia chi gli sta accanto. La preoccupazione occupava i nostri pensieri, ma evitavamo di parlarne, nell’ingenuo tentativo di esorcizzarla.

Siamo arrivati nella terra delle palme e del sole, accolti da un panorama stupendo, dai colori e dai profumi seducenti, difficile da ignorare. Come bambini rubavamo con gli occhi tutto ciò che ci passava davanti. Un mare azzurro come quelli che si vedono nelle immagini delle agenzie di viaggi e maliziosamente si tende a pensare che sia un colore innaturale, ritoccato da Photoshop. Invece quel mare, lì davanti a noi era veramente di un azzurro “irreale”!

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 03 Dicembre 2012 21:46
Leggi tutto...
 
INDICE E CARICO GLICEMICO PDF Stampa E-mail
Scritto da ENRICO ARCELLI   
Lunedì 03 Maggio 2010 11:40

 

INDICE E CARICO GLICEMICO

È ormai nota da decenni la possibilità di classificare i carboidrati in funzione della loro attitudine a determinare risposte glicemiche ed insulinemiche più o meno pronte. Nella letteratura scientifica è stato introdotto il termine di glycemic index (Gì) e, in italiano, di indice glicemico (IGl.L'impiego di questo criterio classificativo degli alimenti (specie di quelli contenenti carboidrati)ha ricevuto un crescente supporto scientifico ed ha ora molte applicazioni di tipo pratico.

L'INDICE GLICEMICO

L'indice glicemico è l'espressione della velocità con cui aumenta la glicemia in seguito all'assunzione di un certo alimento. In un grafico in cui si indicano i valori della glicemia nelle due ore successive all'assunzione di 50 g di un alimento che si vuole testare, in pratica, si calcola la superficie al di sopra dei valori basali e la si confronta conquella che si ha dopo l'ingestione di 50 g di un alimento di riferimento, di solito il glucosio (si veda la Figura 1) Un indice glicemico pari a 50, per esempio, indica che l'alimento preso in esame determina un'area di innalzamento della glicemia che è la metà di quella del glucosio.

Risposta glicemica

oc

-o,s

Tempo (min)

 

 

Figura 1 - II grafico indica ['andamento nel tempo (in min) della glicemia (in mmol/L) dopo l'assunzione di 50 g di glucosio (lire;blu), di saccarosio (linea rossa) e di fruttosio (linea verde).

Ultimo aggiornamento Sabato 17 Novembre 2012 06:40
Leggi tutto...
 
Eh no! Una maratona non la si improvvisa! PDF Stampa E-mail
Scritto da LO CICRO GERRY   
Lunedì 29 Ottobre 2012 21:33

RACCONTA LA TUA STORIA

PREMESSA: RACCONTO LUNGO....per cui chi non ha voglia di leggerlo tutto o non ha la pazienza...beh...clicchi fin da ora su "chiudi pagina"

Eh no! Una maratona non la si improvvisa! Non si può improvvisarla! Certo, intendo che non si può improvvisarla se si vuol sperare di fare un buon risultato cronometrico, secondo le proprie capacità fisico/atletiche! Se invece si vuol correre una 42,195 km con

il solo obiettivo di arrivarci al traguardo indipendentemente dal ritmo di corsa, beh…volendo la si può tentare anche senza una preparazione davvero precisa e metodica! Fermo restando che la maratona resta una distanza “non per tutti”! tantissima gente che tenta di correrla anche con il solo obiettivo di arrivare al traguardo è costretta al ritiro se non ha, comunque, un po di preparazione e di allenamento! Questo è chiaro!
Io a Francoforte ho provato, per la prima volta sulla mia pelle, che correre una maratona senza esser riusciti a seguire al 100% la preparazione nei mesi precedenti può trasformarsi in un vero “tormento” fisico e anche mentale; non fraintendetemi, non è che non mi son divertito nel correrla, anzi posso sicuramente ben affermare che la Frankfurt Marathon 2012 è stato, per me, bellissima da correre e da vivere in tutti i suoi molteplici aspetti! Una maratona cosi ben organizzata, con cosi tanti iscritti, con un percorso cosi bello e cosi scorrevole e veloce e in un città altrettanto bella non è sempre facile da trovare! E il nostro gruppo (ben 14 + 1 persone) a francoforte l’ha trovata la maratona con tutte queste caratteristiche positive tutti insieme; ma allo stesso tempo per me è stata un vero tormento e una grande sofferenza da correre ma intendo solo nel suo aspetto “fisico/atletico” per quel che mi riguarda! Non per il crono spuntato sul traguardo, perche per quello ero già cosciente prima ancora di partire da Palermo che il mio crono a francoforte non sarebbe stato granchè, consapevole della mia “mancata preparazione” ! anzi, sul fatto di esser riuscito, alla fine, ad arrivare al traguardo comunque con un assai mediocre 3h 24’ 11” di real time ( 3h26’36” il tempo ufficiale dallo sparo di inizio) non ci avrei scommesso molto perché sapevo che difficilmente sarei riuscito a tenere il ritmo che speravo fin al traguardo! Quindi dal punto di vista strettamente atletico è stato un evidente e innegabile “fiasco” la mia maratona tedesca! Ho commesso l’errore di correre i primi 30 km più veloci, anche se di poco, del ritmo che mi ero prefissato, cioè 4’45” al km! Quei primi 30 km li ho corsi con un ritmo che oscillava tra i 4’35” e i 4’45”, con troppi km tendenti piu verso i 4’35” ! e infatti dal 30 km in avanti ho cominciato a pagare moneta, dapprima in modo moderato, ma infine in quei ultimi 5 km (dunque a cominciare dal 37 km in avanti) ho iniziato a “spender moneta” in modo davvero esagerato pagandola davvero cara! Infatti a cominciare dal 30 km e fin al 37 il mio ritmo è rallentato alquanto, ma bene o male son riuscito a gestirlo comunque! Ma dal 37 in poi, ragazzi…credetemi, che calvario!!! Ecco, per la prima volta da che corro la maratona (con questa di francoforte son sei maratone nel mio carnet) ho incontrato (finalmente) il famoso “muro del maratoneta”, un muro che ancora non avevo mai incontrato nelle mie precedenti maratone! E cosi è stato che in quei ultimi 5 km il mio ritmo è scemato in un disastroso 5’00” al km per poi andar peggiorando sempre piu man mano mi avvicinavo al traguardo salendo il ritmo a 5’15” e a 5’25” sul finire la gara! In questi ultimi 5 km, quando ho capito che per me sarebbe stato ormai solo un vero supplizio, l’unico mio pensiero è stato non di arrivare al traguardo (per quello comunque ero strasicuro di arrivarci comunque senza fermarmi) ma di gestire meglio che potevo quelle ultimissime gocce di energie che mi restavano dentro e che ho spremuto piu che ho potuto! Ma se ce una cosa che non mi ha abbandonato fino all’ultimo, al contrario del mio glicogeno muscolare e delle mie energie, è stata la mente! Si, perche nonostante l’evidente sofferenza fisica, comunque mentalmente si son sempre stato e ho saputo in ogni caso gestir bene la fatica dal punto di vista strettamente psicologico! Adesso, posso in tutta sincerità dire di esser contento di aver incontrato per la prima volta anche io il mio muro proprio perché ora so di cosa si tratta, e se dovesse ripresentarsi in una nuova futura maratona saprò riconoscerlo già e saprò come gestirlo al meglio!
Tornando sulle qualita della maratona tedesca, la consiglio caldamente a tutti! Percorso veloce e piatto, gente e publico festante e rumoroso dal primo all’ultimo km, organizzazione superlativa, musica su tutto il percorso, banchetti di ristoro ben forniti e volontari preparati bene, bella medaglia ricordo, forse il pacco gara un po deludente per il costo di iscrizione (la maglia tecnica se la volevi dovevi pagarla a parte), ristoro post gara ricco e ben gestito, ricosengna borse personali senza alcun intoppo e di facile individuazione, expo village marathon ben organizzato e con numerosissimi stand di vendita articoli da running e l’arrivo….ragazzi che arrivo! FANTASTICO!!! Gli ultimi 100 metri sono dentro il palazzetto al coperto con tappeto rosso sotto i tuoi piedi che ancora corrono nonostante la stanchezza, ragazze pon pon bellissime che ballano ai fianchi del tappeto, musica live ad alto volume, speaker che urla nel microfono, due maxschermi che fan vedere al pubblico presente dentro al palazzetto (numerosissimo il publico sul traguardo)! Credetemi…un arrivo cosi ti fa scordare in soli quei 100 metri tutta la tua stanchezza e qualsiasi muro sofferto! Bellissimo!

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 29 Ottobre 2012 21:36
Leggi tutto...
 
MEDAGLIA DI BRONZO PER NINO RUSSO ALLA MARATONA DI CARPI. PDF Stampa E-mail
Scritto da GERRI LO CICERO   
Domenica 14 Ottobre 2012 13:43
MEDAGLIA DI BRONZO PER NINO RUSSO ALLA MARATONA DI CARPI.
BUONO L’ESORDIO DI CAMILLO SCADUTO.

L’Atletica Bagheria corre la maratona d'Italia (Carpi)! E la corre con due dei nostri bagheresi: il nostro veterano della maratona, l'amico carissimo Antonino Russo (categoria AM65) che a carpi ha siglato, con un ottimo tempo di 3h 31’ 04” sul traguardo, il suo ritorno alla maratona e alla corsa dopo un anno di stop dagli allenamenti; e l’amico Camillo Scaduto (categoria AM45) che ha avuto il suo battesimo sulla distanza dei 42k essendo carpi la sua prima maratona e ha esordito con un altrettanto ottimo tempo sul traguardo di 3h 51’ 53”; sentiti al telefono poco dopo l’arrivo, i due mi hanno espresso la loro felicità e la loro soddisfazione raccontandomi di questa maratona organizzata in modo impeccabile e in grande stile! Ottimo anche il percorso! Camillo ha raggiunto soprattutto il traguardo più importante, quello cioè di arrivare in fondo alla sua prima maratona con ottime sensazioni e già con la voglia di correrne ancora; Bene, sono oltremodo contento per i due miei amici bagheresi, per Nino che è rientrato in grandissimo stile tra gli amanti della regina maratona e per Camillo che è stato battezzato dalla regina nel migliore dei modi! Complimenti ad entrambi! Ora, tra due settimane,
 
Leggi tutto...
 
AL GIRO DI TRENTO EDWIN SOI VINCE E ANDREA LALLI RISORGE PDF Stampa E-mail
Scritto da Antonino Passarello   
Sabato 13 Ottobre 2012 18:49

AL GIRO DI TRENTO EDWIN SOI VINCE E ANDREA LALLI RISORGE!

BUONA PROVA DI STEFANO SCAINI.

DOPO IL PRIMO GIRO CORSO A RITMO TRANQUILLO ,GLI ATLETI AFRICANI CON I NOSTRI LALLI,MEUCCI E LA ROSA HANNO FATTO IL VUOTO,L’ULTIMO GIRO CON UNA VOLATA MOZZAFIATO ,IL KENIANO EDWIN SOI VINCEVA PER LA 4 VOLTA IL PRESTIGIOSO GIRO DI TRENTO CORSO SULLA DISTANZA DEI 10 KM , LASCIANDO A 5” SECONDI L’ETIOPE EDRIS MUKTAR, COMPLETAVA IL PODIO IL FAVORITO DELLA GARA LA MEDAGLIA DI BRONZO DEI 5000 METRI ALLE OLIMPIADI DI LONDRA LONGSIWA THOMAS,OTTIMO IL RIENTRO DI ANDREA LALLI CHE SI è CLASSIFICATO AL 4 POSTO E PRIMO EUROPEO COL TEMPO DI 28’59”.VEDI  LA CLASSIFICA:

Leggi tutto...
 
Incerti… di un titolo europeo nella maratona PDF Stampa E-mail
Scritto da Pino solitario   
Venerdì 12 Ottobre 2012 12:56

Per gentile concessione di Spiridon

Incerti… di un titolo europeo nella maratona


La Fidal non si è compiaciuta dell’unica medaglia d’oro italiana nel Campionato Europeo di Barcellona, quella assegnata ad Anna Incerti dopo le squalifiche per doping della terza e della seconda classifica. Nessuno potrà ridare all’allieva del professor Ticali i momenti di gloria conquistati senza scorciatoie. Mamma Fidal non ha spalancato le braccia. Dal presidente al D.T., dal responsabile della maratona all’ultimo degli uscieri non una telefonata, un mail e non un rigo in Atletica, come ci è stato riferito e che come al solito non abbiamo ancora ricevuto.La dirigenza ha silenziato l’impresa di un’atleta che non ha cercato scorciatoie e non ha il motore maggiorato per disgrazia e grazia ricevute.

 

Ultimo aggiornamento Sabato 13 Ottobre 2012 11:38
Leggi tutto...
 
Vincenzo Agnello sul podio a Selestar nell’incontro Italia- Francia di mezza maratona PDF Stampa E-mail
Scritto da Tommaso Ticali   
Domenica 07 Ottobre 2012 10:13

-Vincenzo Agnello  sul podio a Selestar nell’incontro Italia- Francia di mezza maratona.


 

Ottima prestazione di Vincenzo Agnello a Selestar (Francia), dove gli atleti  si sono dati battaglia su un percorso campestre, reso pesante dal fango e dalla pioggia, costretti in alcuni tratti a correre anche ad un’andatura di  3’30” a km, e dove si rischiava anche di scivolare per la mancanza di scarpette chiodate .Subito dopo la partenza il gruppo di atleti si è diviso in due tronconi, il primo dove erano presenti tre atleti keniani e Michele Palamini, ed il secondo formato da Cominotto, Agnello e i due atleti (gemelli)francesi Gras Michael e Damien . La formazione di tali gruppi rimaneva intatta per quasi tutti i km,  poi  a 5 km dall’arrivo  il francese  Michael attaccava in un tratto di strada  particolarmente scivoloso caratterizzato da diverse pozzanghere e fango,riuscendo a staccare di 13”secondi Vincenzo ed il resto del gruppo. Negli ultimi due km corsi sull’asfalto Vincenzo recuperava vistosamente sull’atleta francese arrivando ad appena 7”secondi dalla medaglia d’argento,alle spalle dell’atleta siciliano si piazzava a 10” secondi l’altro  azzurro Manuel Cominotto,seguito ad appena due secondi da Damian Gros . Palamini vinceva l’incontro internazionale in 1 ora 06’34”,Gros Michael   1 ora 07’26”,Vincenzo Agnello in 1 ora 07’33”,Cominotto 1 ora 07’43”,Gros Damian  1 ora 07’46 e il terzo francese De champs Timothe 1 ora 10’40”.A conferma delle difficolta’  incontrate dagli atleti nel svolgere il percorso,

 

Ultimo aggiornamento Martedì 09 Ottobre 2012 21:08
Leggi tutto...
 
Zersenay Tadese campione mondiale di mezza maratona PDF Stampa E-mail
Scritto da Tommaso Ticali   
Sabato 06 Ottobre 2012 11:45

ZERSENAY TADESE CAMPIONE MONDIALE DI MEZZA MARATONA.


A Kavarna,  in Bulgaria, con una eccellente condotta di gare l’eritreo Zersenay Tadese  ha vinto per la 5 volta il campionato mondiale di mezza maratona.Tadese dopo i primi 5 km corsi in 14’22” in mezzo al gruppo degli atleti keniani,  con un allungo irresistibile ha preso il comando della gare e con un parziale di 13’44” ha tagliato le gambe ai suoi compagni d’avventura,dopo essere passato in 28’06” ai 10000 metri ,l’atleta Eritreo ha controllato la gare vincendo in 1 ora 00’19”,con 32” secondi di vantaggio sell’etiope Deressa Chimsa,il terzo gradino del podio è stato conquistato da John Mwangangi  in 1’01”01.

Alle ore 9,30 locale è partita la gara femminile,

 

Ultimo aggiornamento Sabato 06 Ottobre 2012 11:48
Leggi tutto...
 
Record regionale nei 5km di marcia per Francesco Lo piccolo PDF Stampa E-mail
Scritto da Antonino Passarello   
Mercoledì 03 Ottobre 2012 13:01

Record regionale nei 5km di marcia per Francesco Lo piccolo



L’atleta Bagherese Francesco Lo piccolo ha stabilito in occasione del campionato di serie A1 di Fermo il nuovo record regionale della categoria M 35 nei 5 km di marcia, dove ha fatto registrare l’ottimo crono di 22’43”. Francesco si allena e gareggia per i colori bagheresi da quando aveva 7 anni ,e da alcuni anni è il capitano della prima squadra .Una volta raggiunto tale importante traquardo l'obiettivo del marciatore bagherese è ora quello di abbassare ulteriormente il primato appena realizzato,portandolo sotto i 22",raggiungendo cosi' un 'ottima prestazione di livello nazionale.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Ottobre 2012 18:41
 
Valeria Straneo e Domenico Ricatti i nuovi campioni Italiani dei 10 km su strada. PDF Stampa E-mail
Scritto da Antonino Passarello   
Mercoledì 03 Ottobre 2012 12:50

Valeria Straneo e Domenico Ricatti i nuovi campioni Italiani dei 10 km su strada.

Hanno avuto luogo in Sicilia i campionati italiani di corsa su strada, sulla distanza dei 10km,

sabato 29 settembre nella splendida citta’ di Modica(il paese delle cento chiese) hanno corso le ragazze ,sin dalla partenzaValeria Straneo 8 classificata alle recenti olimpiadi di Londra nella maratona,ha preso le redini della gara ed ha vinto agevolmente, effettuando un buon allenamento,tutte le altre concorrenti hanno dovuto lottare per gli altri due gradini del podio,dopo alcuni giri di studio ,gli ultimi tre km ha preso l’iniziativa Silvia La barbera che con un ottima progressione ha prevalso sulla portacolori dell’esercito Soufyane Laila.

A Scicli domenica 30 settembre sotto un sole cocente hanno corso gli uomini ,sin dai primi giri gli atleti africani hanno imposto un buon ritmo, il solo a resistere è stato l’aviere Domenico Ricatti,che ha lottato con tutte le sue forze fino all’arrivo,classificandosi al terzo posto assoluto dietro ai keniani Bii Hillary e Kipkirui Daniel ,aggiudicandosi il titolo di campione d’Italia,il secondo degli italiani è stato Chatbi Jame (ha ottenuto la cittadinanza Italiana da pochi giorni) ha completato il podio tricolore il giovane Michele Palamini

Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Ottobre 2012 18:41
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 10