Home

Faccio programmi su misura per amatori.

Vuoi migliorare le tue prestazioni?   Clicca qui

Risultati e Prossime gare

Login



Sondaggi

Chi è il tuo preferito?
 

Visite dal 23/11/2009

Tommaso Ticali, l'allenatore dei top runner
IL BAGHERESE FRANCESCO ARATO CORRE LA MARATONA DI CHICAGO IN 2 ORE E 39'! PDF Stampa E-mail
Scritto da francesco arato   
Lunedì 15 Ottobre 2012 18:25

Rubbrica racconta la tua storia.

IL BAGHERESE FRANCESCO ARATO CORRE  LA MARATONA DI CHICAGO IN 2 ORE E 39'!

Mi ricordo nel 1982 quando in prima media ho fatto la mia prima gara per la scuola,subito dopo il Professore Ticali si avvicino' e mi chiese se volevo fare parte della Polisportiva Atletica Bagheria,cosi cominciai ad andare alla scuola Bagnera dove facevamo il giro attorno al cortile della scuola.I primi atleti a fare parte del gruppo del Professore Ticali eravamo io Matteo, GianMatteo, Dario e Gioacchino.Finalmente dopo un paio di anni abbiamo avuto il permesso di correre allo stadio di Bagheria dove abbiamo cominciato ad attrarre nuovi atleti al punto di poter formare un gruppo abbastanza folto per poter competere con altre polisportive della provincia e della regione cominciando ad ottenere discreti risultati.Finalmente nel 1986 ai campionati regionali di corsa Campestre a Bocca di falco abbiamo scoperto il talento di Mistretta"Vincenzo Modica" dove con la sua vittoria a sorpresa e con la mia discreta prestazione entrambi abbiamo guadagnato un posto nella squadra Siciliana per i campionati Italiani di corsa campestre.Finalmente Bagheria ha cominciato a fare notizia nel campo dello sport con prestazioni a livello regionale ed interregionale. Tutto questo e' stato possibile per la passione e dedizioni di una sola persona come Tommaso Ticali che con tanti sacrifici pur non avendo le strutture adeguate ha fatto tanto per trasmettere passione e disciplina ai giovani Bagheresi. Ho fatto parte dell'Atletica Bagheria fino all'eta' di 19 anni ottenendo ottimi risultati nel mezzofondo. Dopo aver finito l'IPSIA e il militare nel 1993  a malincuore ho dovuto lasciare lo sport  e la mia terra, dovendomi trasferire per problemi di lavoro negli Stati Uniti e precisamente a Chicago dove vivo da 19 anni con mia moglie e i miei 3 figli.Dopo 20 anni di assenza dalla corsa e 30 chili in piu’ ho deciso che era ora di ritornare al vecchio amore e con tanti sacrifici ho cominciato a fare palestra e  in circa 16 settimane ho perso circa 25 chili. Da quel momento ho iniziato a correre fino a raggiungere i 100 km. alla settimana, ho inoltre iniziato a gareggiare  raggiungendo  nel 2010   dei risultati discreti,nello stesso anno   ho coronato il mio sogno di correre la prima maratona a  Chicago,dove ho conosciuto un gruppo di amatori locali di cui faccio tutt’ora parte. In quell’occasione ho raggiunto un ottimo risultato facendo registrare l’ottimo tempo di 2:49. Nel 2011 ho realizzato l'altro sogno che era quello di correre la mitica maratona di Boston 3 giorni dopo il mio 40 esimo compleanno, ho chiuso la stagione con un primato di 1:19 nella maratonina e 2:49 nella maratona. Quest'anno ho iniziato bene con il mio nuovo primato nella maratonina col tempo di 1:17,inoltre giorno 7 ottobre  sono riuscito a migliorare il primato personale alla maratona di Chicago,nell’occasione  ho raggiunto un ottimo risultato facendo registrare l’ottimo tempo di 2:39 classificandomi

Ultimo aggiornamento Venerdì 06 Gennaio 2017 10:20
Leggi tutto...
 
ALCUNI SUGGERIMENTI PER AFFRONTARE LA PRIMA GARA DI MARATONA PDF Stampa E-mail
Scritto da Tommaso Ticali   
Domenica 03 Gennaio 2010 20:38

 

 

Preparare la prima maratona è molto affascinante e suscita grande emozione .Ormai in quasi tutte le città del mondo se ne  disputa una e le persone che si avvicinano a questa disciplina crescono sempre di piu’.La prima maratona deve essere corsa senza assilli e pressioni sul risultato cronometrico,l’obiettivo deve essere solo quello di portare a termine i 42,195 km senza arrivare al traguardo stravolti dalla fatica,bisogna arrivare  con la voglia di ricominciare subito la preparazione per la seconda esperienza. Se  si sbaglia la prima ,arrivando stravolti al traguardo o ritirandosi, sarà molto difficile ricominciare in tempi brevi  la preparazione per un'altra maratona.La prima maratona deve servire solo come esperienza per verificare l’adattamento del nostro organismo sia fisico che mentale alla distanza di gara,quindi io consiglio sempre di partire un po’ sotto ritmo per essere sicuri di arrivare al traguardo in buone condizioni .Recentemente ho preparato per la maratona di Carpi l’atleta Catanese Sofia Biancarosa,che precedentemente preparata da altri tecnici,non era mai stata in grado di finire una maratona,secondo il mio parere non perché aveva svolto una preparazione sbagliata, ma perchè c’era una pressione troppo forte per la ricerca del risultato cronometrico,l’approccio psicologico all’avvicinamento alle gare era stato sbagliato. Quando la ragazza ha ultimato la preparazione,in base ai vari test e agli allenamenti svolti gli ho detto di partire a 4’05”/4’10” a km  e se  nella seconda parte di gara era in buone condizioni poteva aumentare leggermente il ritmo prestabilito,ebbene ha finito la maratona in 2 ore 48’40”(media 4’km) arrivando in ottime condizioni e con la voglia di ricominciare subito la preparazione per la seconda maratona.Quindi secondo il mio parere tutti gli amatori ma anche i top runners per il loro esordio nella maratona non debbono ricercare subito il grande risultato cronometrico, ma debbono solamente avere come obiettivo quello di portare a termine la gare,cercando di arrivare al traguardo in buone condizioni e con la voglia di preparare subito la seconda maratona.

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 06 Gennaio 2017 10:13
Leggi tutto...
 
COME E’ PREFERIBILE ALIMENTARSI NEI GIORNI CHE PRECEDONO LA MARATONA PDF Stampa E-mail
Scritto da ENRICO ARCELLI   
Venerdì 15 Gennaio 2010 11:08

 

Biografia   - Enrico Arcelli è nato a Milano nel 1940; vive a Varese; è sposato; ha due figli.E’ laureato in Medicina e Chirurgia con tre specializzazioni (Medicina dello Sport; Scienza dell’alimentazione; Medicina del Lavoro).All’inizio degli anni ’70 ha “inventato” la professione del preparatore atletico nel calcio e ne ha razionalizzato le metodico di lavoro. E’ stato preparatore atletico di squadre professionistiche per 24 anni; è stato poi consulente della Juventus, del Chelsea e del Milan.Nell’atletica leggera ha iniziato giovanissimo a fare l’allenatore ed è stato responsabile federale del mezzofondo, del fondo e della marcia; anche in questi settori ha portato criteri nuovi di allenamento.Si è occupato anche di altri sport. E’ stato preparatore atletico della grande Ignis del basket. All’inizio degli anni ’80 ha ideato l’attacco al record dell’ora di ciclismo di Eddy Merckx  e ha diretto l’equipe che ha seguito Moser nei record dell’ora a Città del Messico nel 1984.Ha seguito atleti quali Tomba, Alesi e Manuela Di Centa.Ha scritto 20 libri, fra cui alcuni (“Calcio: preparazione atletica”; “La maratona: allenamento e alimentazione”; “Magri & forti”) hanno avuto grossi successi di vendita ed uno (“Correre è bello”) che è tuttora il libro sportivo italiano con il record di vendite. Suoi libri sono stati tradotti in varie lingue, compreso cinese e russo.Ha tenuto lezioni in varie università europee e conferenze in tutti i continenti. E’ stato in Argentina, Corea del Nord, Cina e Caraibi a tenere corsi sull’allenamento.E’ stato a lungo collaboratore del “Corriere della Sera”; ora scrive su alcune riviste, fra cui “Correre” e “Tennis Italiano”.E’ professore associato presso la Facoltà di Scienze Motorie dell’Università degli Studi di Milano. E’ presidente dell’Equipe Enervit, la libera associazione che si occupa di ricerche applicate allo sport.

 

 

COME E’ PREFERIBILE ALIMENTARSI NEI GIORNI CHE PRECEDONO LA MARATONA

Da parte di molti atleti, ci sono ancora le idee confuse su come si deve mangiare nei giorni che precedono la maratona, soprattutto perché negli ultimi anni sono cambiate molto le opinioni su questo argomento. Fino ad una decina di anni fa, infatti, veniva consigliata ai maratoneti di seguire un’alimentazione del tutto particolare nei sei giorni che precedevano la prova dei 42,2 chilometri:

*per tre giorni – vale a dire dal sesto al quarto giorno prima della maratona – si seguiva una “dieta ipoglucidica”, vale a dire molto povera di carboidrati      (quindi senza pane, pasta, riso, dolci, biscotti, patate e così via), ma costituita quasi esclusivamente da proteine e da grassi;

* nei tre giorni successivi, al contrario, si consumavano con netta prevalenza carboidrati (“dieta iperglucidica”). Tutto era nato da una ricerca compiuta alla fine degli anni Sessanta da alcuni studiosi svedesi. Essi, utilizzando le biopsie muscolari (ossia il prelievo di frammenti di muscolo), avevano constatato che, proprio seguendo quel tipo di dieta, nei muscoli stessi si poteva raggiungere un’altissima concentrazione di glicogeno, vale a dire di quella sostanza che è fatta di molte migliaia di molecole di glucosio legate l’una all’altra. Il glucosio è la sostanza dalla quale i muscoli stessi traggono la maggior parte dell’energia per lavorare.In totale, del resto, per completare una prova di 42,2 chilometri, i muscoli dell’atleta (sia egli un campione che completa la prova in poco più di due ore, sia se ci impiega il doppio del tempo) consumano circa 40 chilocalorie per ciascun chilogrammo del proprio peso corporeo. Dai carboidrati disponibili (vale a dire dal glicogeno dei muscoli, ma anche dal glicogeno del fegato e dai carboidrati assunti durante la gara), però, come massimo possono derivare molto meno di 30 chilocalorie per chilogrammo. Le rimanenti chilocalorie (più di 10) devono essere ricavate dai grassi; ma non sempre l’organismo è in grado di fornirne nella quantità sufficiente.

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Domenica 27 Novembre 2016 16:26
Leggi tutto...
 
Abebe Bikila PDF Stampa E-mail

Nome   Abbebè Bichilà
Nato   7 agosto 1932 a Mout
Paese   Etiopia
Morto   25 ottobre 1973 a Addis Abeba

Palmarès

Olimpiadi
Oro   Roma 1960   Maratona
Oro   Tokyo 1964   Maratona

 

Abebe BikilaAbbebè Bichilà (o Abebe Bikila, in etiopico Abbäbá Biqilá; Mout, 7 agosto 1932 – Addis Abeba, 25 ottobre 1973) è stato un atleta etiope, due volte campione olimpico nella maratona.
Agente di polizia e guardia del corpo personale dell'imperatore Haile Selassie, Abbebè Bichilà (è invalso ormai l'uso di seguire la norma etiope nominando prima il cognome - Abbebe - e poi il nome - Bichilà-), nato a Mout in Etiopia, divenne un eroe nazionale dopo aver vinto la medaglia d'oro nella XVII Olimpiade. Ai Giochi di Roma nel 1960, Bichila corse e vinse l'intera distanza della maratona senza scarpe. L'Etiope partì senza scarpe per una precisa scelta tecnica concordata con il suo tecnico. Su Bikila è stato edito un libro a firma di Valerio Piccioni e Giorgio Lo Giudice Il sogno a Roma dove si narra la vicenda sportiva ed umana del più grande interprete di questa specialità. Bikila, oltre ad essere un grande atleta, divenne il simbolo dell'Africa che si liberava dal colonialismo europeo, la prima medaglia d'Oro del continente africano alle Olimpiadi. Quattro anni dopo Bikila si presentò in condizioni di forma peggiori alle Olimpiadi di Tokyo 1964. Era stato operato di appendicite sei settimane prima della gara e perse tempo da dedicare agli allenamenti. In questa occasione gareggiò con le scarpe, e vinse nuovamente. Bikila divenne il primo campione olimpico a bissare la vittoria nella maratona, stabilendo anche il miglior tempo mondiale sulla distanza.
Ai Giochi Olimpici estivi del 1968, tenutisi a Città del Messico, Bikila subì le conseguenze dell'altitudine, degli infortuni e dell'età. Fu costretto a ritirarsi dalla gara prima della fine.
Nel 1969, Bikila stava guidando nei pressi di Addis Abeba quando ebbe un incidente. Rimase paralizzato dal torace in giù. Non si riprese mai dall'incidente e morì, alla giovane età di 41 anni, per un'emorragia cerebrale. Lo stadio nazionale di Addis Abeba gli è stato dedicato in suo onore.Bikila

 

 

 

 

 

 

 

Leggi tutto...
 
Anna Incerti trionfa nella 30 km di Lugano (svizzera) PDF Stampa E-mail
Scritto da antonino passarello   
Domenica 27 Settembre 2015 11:15

Anna Incerti trionfa  nella 30 km di Lugano (svizzera)

 

 

Anna Incerti vince la 30 km di Lugano con una condotta di gara eccezionale, la gara presenta un percorso molto impegnativo con un dislivello di 200 metri, al passaggio  dei 5 km Anna  è transitata al 5 posto,  davanti a precederla   due atlete dell’Etiopia e due keniane, le ragazze dagli altopiani sono partite ad un ritmo di 3’23”km che per una gara di 30 km è eccezionale .Anna in virtu’ della sua esperienza ha lasciato sfogare le sue avversarie ed  al 12 km è transitata al 4 posto a soli 40 secondi dal gruppetto di testa ,ha continuato la sua progressione ed al 22 km in prossimita ‘ di una salita molto impegnativa   raggiungeva e superava una delle due Etiopi, al 25 km raggiungeva l’ altra keniana in gara. Gli ultimi 4km raggiugeva la testa della gara affiancando l’Etiope Urge Diro, le due atlete rimanevano appaiate in testa per 1 km, gli ultimi 3  km con una forte progressione  l’allieva del professore Tommaso Ticali  prendeva la testa della gara andando  a vincere in solitaria in 1 ora 45’ 15” che rappresenta  il nuovo record del percorso.

Anna continuera’ la preparazione sulle strade di Bagheria in vista della prestigiosa maratona di New York del 1 novembre.

Classifica:

 

Ultimo aggiornamento Domenica 27 Settembre 2015 11:16
Leggi tutto...
 
• INTERVISTA DI DAVIDE GRILLI PER RUNNING TRAVEL A TOMMASO TICALI PDF Stampa E-mail
Scritto da Davide Grilli   
Martedì 22 Settembre 2015 16:15
  • intervista DI DAVIDE GRILLI per running travel a Tommaso Ticali

E' conosciuto come l'allenatore dei top runner. Una vita dedicata alla sua passione: la corsa, una passione che trasmette ai suoi atleti. Con i suoi metodi di allenamneto ha condotto alla vittoria nella maratona atleti come Vincenzo Modica e Anna Incerti

Nello sport il successo di un allenatore passa inevitabilmente dai risultati che raggiungono i propri atleti. Per il siciliano Tommaso Ticali basta citare due nomi: Vincenzo Modica che ha conquistato la medaglia d'argento individuale e d'oro a squadra nella maratona dei mondiali di Siviglia nel 1999 e Anna Incerti,  che ha vinto la medaglia d'oro nella maratona a Barcellona 2010. I due runner, siciliani come lui, sono i suoi fiori all'occhiello, i loro trionfi sono stati ottenuti oltre che grazie al loro grande talento anche grazie ai suoi metodi di allenamento e alla contagiosa passione che il coach di Bagheria riesce a trasmettere. Il suo background (è stato a sua volta un buon corridore), il notevole impegno profuso e i prestigiosi risultati ottenuti hanno fatto e fanno tuttora di lui un autentico "guru" della preparazione sportiva. Un esperto a disposizione non solo dei top runner ma di chiunque ami la corsa, di chiunque voglia migliorare. Anche solo per riuscire a finire una maratona in maniera decorosa. 

Prof. Ticali, che risultati ha ottenuto a livello personale con la corsa?
Da atleta ho ottenuto dei buoni risultati, a 14 anni ho stabilito la migliore prestazione italiana nei 2000 metri con 5’52”8 e la seconda prestazione nei 1000 metri in 2’38”8 a  soli 6 decimi dal primato italiano di 2’38”2 di Venanzio Ortis. Sono stato il primo atleta siciliano della categoria allievi a scendere sotto il muro dei 9’00” minuti nei 3000 metri. Da Promessa a 22 anni nel 1978  ho corso i 1500 metri in 3’43”8 e sono stato convocato nella nazionale under 24 a Pisa nell’incontro Italia-Francia.

Cosa rappresenta per lei la corsa?
La corsa mi condiziona la vita, tutti i giorni compresi quelli festivi organizzo le mie giornate in base agli impegni che ho con la corsa. In settimana ogni mattina a scuola (sono un insegnante di scienze motorie alla scuola media Ciro Scianna di Bagheria) ho due ore libere che ottimizzo per seguire Anna Incerti nel suo primo allenamento della giornata. La corsa per me è il mezzo migliore per scaricare lo stress dopo una giornata di lavoro.

Leggi tutto...
 
OTTIMA PRESTAZIONE DI ANNA INCERTI ALLA MEZZA MARATONA INTERNAZIONALE DI UDINE. PDF Stampa E-mail
Scritto da antonino passarello   
Martedì 22 Settembre 2015 13:18

 

Ottimo terzo posto per Anna Incerti alla 16° mezza  Maratona internazionale di Udine col tempo finale di 1 ora 11’17”. Giornata caratterizzata da un clima decisamente migliorato rispetto ai giorni precedenti, dove la temperatura e soprattutto l’ umidita’  facevano da padroni.

Partenza subito al comando  dalle Keniane  Jepchuma   Viola  e   Jelagat  Viola che  hanno corso il primo km in 3’09”   tallonate da Anna Incerti  neo campionessa italiana dei 10 km su strada ,visto il ritmo proibitivo imposto si dal primo chilometro dalle atlete degli altopiani  , Anna ha  impostato  il  ritmo programmato insieme al suo allenatore il professore Tommaso Ticali, alla fine della gara si è classificata , prima delle europee  e  terza  assoluta  dietro le due fuoriclasse keniane .  Il responso è positivo. "Ci volevo essere - il commento di Anna Incerti - per correre una grande mezza maratona italiana ,sono partita decisa e volevo davvero   regalare una bella prestazione   agli organizzatori che mi hanno voluto a tutti i costi ad Udine, alla mia famiglia ed al mio allenatore Tommaso Ticali. Ho sofferto solo la salita negli ultimi 2km .

Leggi tutto...
 
Anna Incerti porta la Sicilia sul tetto d’Italia vincendo il campionato nazionale dei 10km PDF Stampa E-mail
Scritto da ufficio stampa comune di Bagheria   
Martedì 22 Settembre 2015 13:14

 

Anna Incerti porta la Sicilia sul tetto d’Italia vincendo il campionato nazionale dei 10km. Le congratulazioni dell’amministrazione

Una grande giornata di sport, una vera festa a Trecastagni, che ha gioito e incorona la bagherese Anna Incerti per la conquista del titolo italiano dei 10 KM. ...
L’amministrazione comunale, ed in particolare il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque, si congratula con l’atleta bagherese che sempre più ci abitua ai grandi successi. I complimenti vanno anche al professor Tommaso Ticali che da anni allena l’atleta.

“Anna voleva fortemente la vittoria in terra siciliana e l’ha ottenuta” – si legge in una nota inviata all’ufficio stampa comunale- “Erano più di 400 gli atleti presenti a Trecastagni (CT) per i Campionati assoluti e giovanili di corsa su strada (10 km). L’allieva del professore Tommaso Ticali vince il titolo Italiano in 34’11″con una gara condotta sempre al comando, ha costruito il successo con intelligenza, dosando le energie per tutto il percorso .Già dopo i primi due giri Anna ha fatto il vuoto alle sue spalle, vince il titolo di campionessa Italiana con estrema facilità , in seconda posizione, la compagna di Team la piemontese Valeria Ruffino, al terzo posto l’Emiliana Barbara Bressi. Percorso gara di 2 km (da ripetere 5 volte) molto impegnativo, costruito su dei falsi piani che hanno ben impegnato l’apparato muscolare delle atlete”.

Anna Incerti ha commentato così il suo successo: “ per me bagherese è un onore avere vinto il titolo italiano nella mia terra . Sto preparando la maratona di New York, finalmente vi parteciperò, è un sogno che desideravo da tempo, poi verranno anche le Olimpiadi”.

“L’onore è nostro di poter annoverare tra i cittadini di Bagheria una professionista di tale levatura – dice il sindaco Cinque – che augura ad altri numerosi successi e di continuare a portare alto il nome dello sport bagherese nel mondo”.

Leggi tutto...
 
Grande prestazione di Anna Incerti a Torino PDF Stampa E-mail
Scritto da fidal   
Martedì 18 Novembre 2014 21:16

 

 

Ottimo secondo posto per Anna Incerti alla 28° Turin Marathon con tempo finale di 2h28’58″. Giornata caratterizzata da un clima decisamente migliorato rispetto ai giorni precedenti, dove la temperatura e, soprattutto, l’assenza di precipitazioni ha offerto un buona giornata per esprimere i 42km.
Partenza subito al comando di Anna, tallonata dalle Keniane Ndiema e Kirop.

Incerti, campionessa europea  di maratona a Barcellona 2010   , lotta a lungo per la vittoria con la keniana  Ndiema. Dopo un avvio a ritmi cauti le due, insieme a un’altra delle favorite, la keniana Helena Kiprop (che vanta 2h23:37 di primato personale), passano alla mezza maratona in 1h14:24

La bagherese delle Fiamme Azzurre dà una leggera accelerazione intorno al 27° chilometro, uno strappo che stacca Kiprop e dà inizio alla guerra di nervi fra la 26enne con un ottimo passato nella pista e che,  vanta 1h09:49 nella mezza maratona (corsa quattro volte nel 2014) e 31’40″sui 10k  e l’azzurra che sostenuta dal tifo del pubblico prova a metterla in difficoltà. Al 40°km , dopo una gara in continuo attacco di Anna al comando, la  Ndiema lancia un cambio di ritmo importante, guadagnando il vantaggio che la porterà al traguardo  in Piazza Castello in 2h28:41.

Il responso è positivo. "Ci volevo essere - il commento di Anna Incerti - per correre una grande maratona italiana, anche se solo tre mesi dopo Zurigo . Sono partita decisa e volevo davvero vincere, per regalare una vittoria a mia figlia Martina. Ho sofferto solo negli ultimi 4km... Cercavo segni di fatica sul viso della kaniana, ma era impassibile". Conclude la campionessa continentale: "Correre in Italia è un'altra cosa, l'ultimo chilometro l'ho corso solo per il bellissimo tifo del pubblico ai bordi del percorso. Torino è stata proprio una bella maratona".

Tommaso Ticali allenatore di Anna Incerti ”Anna dopo  il titolo di campionessa europea a squadre conquistato a Zurigo nel mese di agosto, come sempre ci regala delle belle prestazioni e continua a portare in alto il nome di Bagheria nel mondo, ieri la gara per ben tre ore è stata trasmessa in diretta dalla rai. A Torino ha corso in 2 ore 28’ 58” che rappresenta il suo terzo tempe sempre”.

Ultimo aggiornamento Martedì 18 Novembre 2014 21:17
 
La sindrome del tendine d’Achille del podista e l’utilizzo del taping kinesiologico®. PDF Stampa E-mail
Scritto da ROSARIO BELLIA   
Sabato 19 Febbraio 2011 08:35

La tendinite è sempre dietro l’angolo è meglio prevenirla.

A cura : prof. Rosario Bellia- Docente di taping kinesiologico® presso Università  Statale di Valencia (Spagna). Fisioterapista della  nazionale  italiana della F.I.H.P. Presidente dell’Associazione Italiana  Taping Kinesiologico® http://kinesiobellia.com/

Il taping kinesiologico® viene usato in ambito sportivo: prima, durante e dopo il gesto atletico. Prima per preparare, per prevenire e dopo per defaticare. Inoltre aiutare l’organismo al recupero dei processi infiammatori e gli squilibri del tono muscolare, che danno origine a “retrazioni”, utilizzando tecniche specifiche.L’innovativa tecnica del taping elastico si basa sulle naturali capacità di guarigione del corpo, stimolate dall’attivazione del sistema “neuro-muscolare” e “neuro-sensoriale”, secondo i nuovi concetti di Neuroscienza. Il metodo scaturisce dalla scienza della chinesiologia. Si tratta di una tecnica correttiva meccanica e/o sensoriale, che favorisce una migliore circolazione sanguigna e linfatica nell’area da trattare. Nella fase riabilitativa il neurotaping si applica per migliorare la circolazione sanguigna e linfatica; ridurre l’eccesso di calore e di sostanze chimiche presenti nei tessuti; ridurre l’infiammazione con azione sinergica alle terapie convenzionali.Inoltre il taping kinesiologico® mira ad azionare i sistemi analgesico endogeni; stimolare il sistema inibitore spinale e il sistema inibitore discendente; a correggere i problemi delle articolazioni, ridurre gli allineamenti imprecisi causati da spasmi e muscoli accorciati; normalizzare il tono del muscolo e l’anormalità di fascia delle articolazioni; migliorare la ROM. E’ utilizzato come completamento: in osteopatia, in chiropratica, nelle terapie manuali e nelle terapie fisiche.Taping kinesiologico method - La tecnica di applicazione del nastro elastico, che affrontando in modo globale gli “squilibri”  dell’organismo, cerca di ristabilire il corretto  equilibrio funzionale, in una visione globale e  tridimensionale del corpo  – balance -.

Tra i diversi tendini dell’apparato muscolo-scheletrico, il tendine d’Achille è di gran lunga la struttura più interessata da patologie infiammatorie e degenerative. Fredericson (1) cita un’incidenza della tendinopatia achillea che varia tra il 6,5 e l’11 % delle lesioni tra i corridori. Anche Novacheck (2), citando uno studio effettuato su 180 marciatori da James and Jones (1990), riferisce una presenza percentuale della tendinite achillea pari all’11% delle lesioni. McCrory et al. (3) affermano che le lesioni a carico del tendine d’Achille rappresentano il 5-18% dei disturbi totali legati alla corsa, divenendo così la sindrome più frequente da overuse dell’arto inferiore. Relativamente alla rottura del tendine d’Achille Lanzetta (4,5) riferisce che si verifica, di solito, nei soggetti maschi tra i 25 e i 50 anni, che praticano attività ludico-sportiva. Inoltre nel 90% dei casi la rottura tendinea è la conseguenza di una brusca contrazione muscolare associata ad un allungamento del complesso muscolo-tendineo.I tendini rappresentano la componente più forte dell’unità muscolo-tendinea ed il loro scopo principale è quello di trasmettere le forze generate dal muscolo alle leve ossee.Relativamente al tendine d’Achille va ricordato che esso è il più largo e forte tendine del corpo umano. Si calcola che sia in grado di sopportare carichi che possono arrivare a 300 kg; in altri termini, questo significa che il tendine d’Achille durante la corsa viene caricato di un valore pari almeno 6 - 8 volte il peso corporeo. Non va dimenticato inoltre che il tricipite ha un vettore di forza che, oltre a provocare la flessione plantare, induce anche una supinazione del piede a causa della sua inserzione centro-mediale sul calcagno e alla rotazione delle sue fibre.

Ultimo aggiornamento Martedì 30 Dicembre 2014 19:44
Leggi tutto...
 
Allenati con noi PDF Stampa E-mail

ticaliincerti



Tommaso Ticali l’allenatore dei top Runner a disposizione degli   amatori!!!



scaini

amatorimodica

Allenamenti e tabelle personalizzate
per la corsa e la maratona,

per chi non ha mai corso,
per chi vuole iniziare a correre,
per i principianti,
per gli amatori,
gli atleti d'élite e top runner!

 

 

 

Leggi tutto...
 
VINCENZO AGNELLO TRIONFA ALLA MEZZA MARATONA DI REGGIO CALABRIA! Grande prova di Vincenzo Agnello PDF Stampa E-mail
Scritto da passarello   
Martedì 18 Novembre 2014 21:09

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Grande prova di Vincenzo Agnello alla terza edizione della mezza maratona di Reggio Calabria. Vincenzo in preparazione per la maratona di Firenze , ha dimostrato un ottima velocità di base . Il forte vento che ha caratterizzato la competizione non ha impedito agli atleti azzurri presenti di ottenere ottimi risultati cronometrici, l’allievo del professore Tommaso Ticali con un ottima progressione negli ultimi tre kilometri finali ha vinto tagliando il traguardo in un ottimo 1 ora 06’36” al secondo posto Alessandro Brancato in 1 ora 07’01” ,terzo l’azzurro Giovanni Grano e di 1ora 07’’41” e quarto Davide Ragusa in 1 ora 08’12”.Vincenzo dopo il 4 posto alla mezza maratona internazionale di Udine(secondo Italiano) e la vittoria di oggi a Reggio Calabria ha dimostrato di essere sulla strada giusta per il suo debutto in maratona il 30 novembre a Firenze.La valutazione tecnica del dopo gara da sicuramente un plauso per il lavoro che si sta svolgendo.Agnello: “ sono soddisfatta di come sta procedendo la preparazione, sono felicissimo di avere corso e vinto a Reggio Calabria,una gara straordinaria, oggi torniamo a casa promossi a pieni voti. L’allenatore di Vincenzo Agnello Tommaso Ticali conferma che “Questo risultato è frutto di una preparazione mirata e personalizzata, Vincenzo sta lavorato bene da diversi mesi per modificare il suo motore da mezzofondista a maratoneta

 
BARBARA VASSALLO RECORD NELLA MEZZA MARATONA DI CREMONA! PDF Stampa E-mail
Scritto da Antonino Passarello   
Domenica 19 Ottobre 2014 18:18

BARBARA VASSALLO RECORD NELLA MEZZA MARATONA DI CREMONA!

BARBARA  IN OCCASIONE DELLA MEZZA MARATONA INTERNAZIONALE DI CREMONA ,CON 1 ORA 22’55” MIGLIORA DI UN MINUTO IL SUO RECORD PERSONALE OTTENUTO A VERONA IN OCCASIONE DELLA VITTORIA DEL TITOLO ITALIANO DI CATEGORIA E STABILISCE LA MIGLIORE PRESTAZIONE ITALIANA DELL'ANNO DELLA CATEGORIA JUNIOR.L’ALLIEVA DEL PROFESSORE TOMMASO TICALI DUE SETTIMANE DOPO AVERE VINTO A PALERMO IL TROFEO D’ACQUISTO ,A CREMONA OTTIENE UN OTTIMO RISULTATO CRONOMETRICO E DI GRANDE PRESTIGIO.

 
Anna Incerti conquista Milano PDF Stampa E-mail
Scritto da Antonino Passarello   
Domenica 05 Ottobre 2014 17:01

5 ottobre 2014

Oggi Anna ha gareggiato  alla X edizione della gara targata Radio DeeJay Ten  del Dj Linus. Oltre 20.000 i partecipanti, che hanno sfilato da Piazza Castello, con start alle ore 10.00. Percorso veloce   all’interno del centro di Milano. Anna, dopo le ottime prestazioni fatte registrare a Pordenone e Udine, nel dopo maratona dei campionati europei ha dovuto  affrontare   le migliori mezzofondiste italiane, era la grande favorita della manifestazione e non ha deluso le attese ,vince la 'Deejay ten' classica sulla distanza di 10mila metri, nel cuore di Milano. Dopo il primo km di studio,la bagherese ha preso il comando della gara facendo il vuoto alle sue spalle, vince la competizione col tempo di 33’40”,con 1’ minuto di vantaggio  su Veronica Inglese (campionessa italiana dei 10000 metri ) e   Margherita Magnani (fiamme gialle). L’allieva del Professore Tommaso Ticali a Milano ha mostrato grande carattere e determinazione, dimostrato ottima velocità di base su distanze corte e rapide . “Sono felicissima

Leggi tutto...
 
VINCENZO AGNELLO SUPER ALLA NAPOLA-MOKARDA PDF Stampa E-mail
Scritto da lo cicero   
Lunedì 01 Settembre 2014 10:36

 

 

Vincenzo Agnello, l'allievo del prof. Tommaso Ticali (Salvatore Ticali) alla gara internazionale "18 volata napola mokarta" svoltasi stasera 31 agosto nella piccola frazione di Erice (tp) conquista il secondo posto tra gli italiani in gara, dietro Yuri Floriani.
Vincenzo oltre il secondo posto degli italiani si piazza nono assoluto tra i top runner, che in gara erano in venti atleti, in una gara resa difficilissima per il fortissimo tasso di umidità che ha fatto patire tantissimo sia i professionisti e sia i numerosi amatori che hanno disputato la distanza più breve di sette km!
Quindi un grande e ottimo risultato per Vincenzo Agnello considerato che ha gareggiato con grandi e forti professionisti del panorama internazionale!

Leggi tutto...
 
Anna Incerti è splendida sesta (2h29:58) agli europei di Zurigo. PDF Stampa E-mail
Scritto da passarello   
Giovedì 28 Agosto 2014 10:09

Anna Incerti è splendida sesta (2h29:58) agli europei di Zurigo.

 

 

 

 

 

 

 

 

Una gioia tutta palermitana arriva direttamente da Zurigo.

La maratoneta Anna Incerti, di Bagheria, è giunta sesta – con il tempo di 2h29’58″ – ai campionati europei di Atletica leggera.

Grande orgoglio siciliano, per una gara che ha visto fra le protagoniste un’altra connazionale, Valeria Straneo, che ha centrato la seconda medaglia italiana grazie al secondo posto e con il dodicesimo posto di Nadia Ejjafini ,consente all’Italia di confermarsi sul podio a squadre di Coppa Europa, quattro anni dopo Barcellona.

Nuova grande gioia, dunque, per la Incerti, che “è il nostro orgoglio sportivo e porta alto – ha detto il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque – il nome dello sport bagherese nel mondo. I complimenti per il risultato vanno anche al suo grande allenatore, il professor Tommaso Ticali per la sua volontà e professionalità”.

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 28 Agosto 2014 10:17
Leggi tutto...
 
Modica, la fatica e' d' argento PDF Stampa E-mail
Scritto da gianni merlo   
Mercoledì 02 Dicembre 2009 14:31

(29 agosto 1999)

SUCCEDEVA 15 ANNI FA !!!!!!

 

Modica, la fatica e' d' argento - 29 agosto 1999 La Gazzetta dello Sport

maratona: il "diesel" azzurro, dimenticato alla vigilia, si piega solo ad Anton

Modica disputa una gara senza errori, viene staccato dal vincitore a 5 km dall' arrivo mentre si avvicina all' ultimo rifornimento -- Vincenzo Massimo Modica aveva scolpita sulle rughe del volto tutta la fatica di questi anni e la rabbia covata per la poca attenzione che gli e' stata riservata alla vigilia della gara. All' arrivo ha indicato con le dita il petto. Il merito era tutto suo, ha levato le braccia, urlato sbarrando gli occhi e poi si e' chinato a baciare la pista, perche' dopo questi ultimi quarantadue chilometri ha finalmente raggiunto la terra promessa, quella medaglia mondiale che sognava da ragazzino. E' d' argento, non d' oro, perche' Abel Anton, che si e' liberato della sua compagnia a cinque chilometri dall' arrivo, scattando proprio mentre lui stava rallentando per prendere la bottiglia del rifornimento, era piu' fresco di lui.

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 28 Agosto 2014 10:23
Leggi tutto...
 
ANNA INCERTI VOLA A ZURIGO PER DIFENDERE IL TITOLO DI CAMPIONESSA EUROPEA PDF Stampa E-mail
Scritto da passarello   
Martedì 12 Agosto 2014 10:08

 

Per questo europeo ho cercato di prepararmi nel migliore dei modi, mi posso ritenere soddisfatta del lavoro svolto fin ora. Il percorso gara non sarà per niente facile: oltre i classici 42,195km ci saranno da affrontare 4 salite di 1,4km con annesse discese, che sicuramente renderanno la vita difficile a me ed alle mie avversarie. Per questo motivo, con il prof Ticali, abbiamo cercato di lavorare bene sulla parte muscolare, cercando di migliorare il mio punto debole... la forza.

Sono passati 24 mesi dalla mia ultima maratona, ed in questo frangente sono diventata mamma di Martina e sono rientrata alle competizioni solo quest'anno .Cercherò di correre in modo intelligente in un percorso che, se interpretato male, può "sconvolgere" la classifica anche nel finale.

Ho un titolo europeo da difendere, e questo non sarà sicuramente facile, ma darò il 100% per me, per la Sicilia e per i colori azzurri.

Nell’ultimo  periodo mi sono allenata in altura,sono stati 25giorni di allenamenti faticosi in Svizzera. Il professore Ticali ha seguito, passo dopo passo, tutta la preparazione ed i riscontri cronometrici sono buoni, ma la gara propone molte variabili. A Zurigo avro’ al mio fianco il professore Tommaso Ticali ,unico tecnico siciliano convocato ufficialmente per questi campionati Europei.

 

Il professore Ticali dichiara:

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 13 Agosto 2014 10:49
Leggi tutto...
 
ANNA INCERTI TRIONFA A TELESE PDF Stampa E-mail
Scritto da fidal   
Domenica 15 Giugno 2014 19:59

LA BAGHERESE ANNA INCERTI TRIONFA  AL TROFEO INTERNAZIONALE DI  TELESE.

 

Grande prova di Anna Incerti al trofeo internazionale di Telese, La maratoneta Bagherese, in preparazione per la maratona di Zurigo, ha dimostrato ottima velocità di base su distanze corte e rapide per le maratonete comuni. Il diluvio d’acqua mette in difficoltà l’VIII Trofeo Città Di Telesia, gara su strada in provincia di Benevento con al via diversi protagonisti azzurri della maratona, già convocati per la rassegna continentale di Zurigo (12 al 17 Agosto). Nonostante la pioggia incessante celebra un altro successo  di Anna Incerti (Fiamme Azzurre), vincitrice della prova femminile con il crono di 33:06. La campionessa europea di maratona del 2010 allieva del professore Tommaso Ticali si si impone su Laila Soufyane (Esercito) che conquista il secondo posto in 33:39 davanti  alla sesta dei Mondiali di Mosca nella 42,195 metri Emma Quaglia (CUS Genova) al traguardo in 33:54. L’ordine d’arrivo si completa poi con Rosalba Console (Fiamme Gialle) quarta in 31:14, Fatna Maraoui (Esercito) quinta in 34:35 e Deborah Toniolo (Forestale) sesta in 34:45.Al maschile la vittoria dell’ugandese Moses Kibet non è mai in discussione: vince in 28:55 ma al secondo posto c’è l’azzurro Ahmed El Mazoury (Fiamme Gialle) al traguardo in un buon 29:07. Terzo è il kenyano Silas Ngetich (29:25). Giornata no per Daniele Meucci (Esercito) solo ventitreesimo. Sono 1468 gli arrivati totali.Anna ha dimostrato di essere sulla strada giusta, le gare fatte fino  a questo momento sono sempre state in crescendo-racconta e da ora comincerà ad allungare le distanze per avvicinarsi gradualmente ai 42,195 di Zurigo.

 

Ultimo aggiornamento Domenica 15 Giugno 2014 20:01
Leggi tutto...
 
BAGHERIA SEBATOIO DI CAMPIONI! PDF Stampa E-mail
Scritto da LO CICERO GERLANDO   
Giovedì 27 Febbraio 2014 13:56

IL TEAM DEL PROFESSORE TICALI

 

Bagheria, calda e soleggiata cittadina alle porte di Palermo, è famosa nel mondo per le sue pittoresche ville in stile barocco che hanno dato nei secoli passati la dimora ad illustri personaggi storici; E’ conosciuta anche per le sue chiese tutte di pregevole architettura e le sue torri che contraddistinguevano i vasti feudi del territorio bagherese e dove nacquero le antiche masserie a quel tempo adibite ad allevamento di bestiame e all’agricoltura, che fu il motore dell’economia del paese; oggi molte di quelle vecchie masserie sono state restaurate, salvandole dall’incuria del tempo e trasformandole in azienda di agriturismo e ristoranti dove, tra le campagne bagheresi, si possono gustare piatti tipici della tradizione siciliana;Bagheria è anche il territorio che fu scelto da tantissimi personaggi  illustri, dal regista Giuseppe Tornatore al patriota Andrea Cuffaro, dal poeta Ignazio Buttitta alla scrittrice Dacia Maraini, solo per citarne alcuni ma la lista dei personaggi che hanno amato Bagheria è davvero lunga!Ma Bagheria non è solo arte, cultura, storia e monumenti! Non è solo spettacolo dei film divenuti famosi in tutte le sale cinematografiche del mondo (ricordiamo Baaria di Tornatore, per citarne uno)!Bagheria non è solo terra dal clima caldo e dal sole sorridente, come tutta la Sicilia del resto!Bagheria è anche un fertile terreno di sport e di avventure agonistiche, che ha visto nascere e crescere negli anni numerosi atleti di pregio alcuni dei quali hanno primeggiato e hanno scritto il proprio nome negli albi d’oro delle varie discipline sportive! Come non ricordare, per esempio, il campione di atletica leggera Vincenzo Massimo Modica che, seppure non bagherese di nascita, è stato comunque adottato da questa terra come sportivo di prima classe e che ha scelto proprio le strade di Bagheria come suo terreno di allenamento preferito ed è stato allenato e portato ai vertici dei podi mondiali dal tecnico federale Tommaso Ticali, lui bagherese d’eccellenza; tra i suoi primati sportivi ricordiamo la medaglia d’argento in maratona ai campionati mondiali di Siviglia del 1999 e la medaglia di bronzo ai campionati europei di Budapest del 1998 sempre in maratona.

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 27 Febbraio 2014 18:42
Leggi tutto...
 
Anna Incerti vola in Sud Africa PDF Stampa E-mail
Scritto da fonte la sicilia .Lorenzo Magri   
Venerdì 10 Gennaio 2014 21:46

La palermitana prepara gli Europei di maratona dopo l’oro nel 2010

Anna Incerti vola in Sud Africa.


Nel 2010 a Barcellona, la palermitana Anna Incerti era salita sul podio della marato- na nella rassegna continentale spagnola,una grande impresa per l’allieva del prof.Tommaso Ticali. Impresa resa ancora più grande perchè a distanza di pochi mesi, sia la prima classificata, la lituana Zivile Balciunaite, che la seconda classificata la russa Nailya Yulamanova, vennero squalificate per doping e la Iaaf assegnò l’oro alla fondista di Bagheria.«Certo mi sarebbe piaciuto sentire l’inno di Mameli sul podio di Barcellona - ci dice la Incerti che difende i colori delle Fiamme Azzurre, tornata alla grande alle gare dopo la maternità: lo scorso maggio è diventata mamma della bellissima Martina per la gioia di papà, l’azzurro Stefano Scaini – ma adesso ho la possibilità di rifarmi il prossimo agosto agli Europei di Zurigo. Partirò nella gara di maratona da campionessa in carica e non sarà facile battere la concorrenza».E per arrivare al meglio all’appuntamento continentale la Incerti sta sostenendo una preparazione dura e i primi frutti si sono visto con le prime gare della stagione che l’hanno vista protagonista e l’ultima, a fine 2013 a Roma, al 4° posto a pochi secondi dall’altra azzurra Valeria Straneo,che a Zurigo sarà tra le favorite dopo l’argento ai Mondiali di Mosca 2012.«Anna ha recuperato in fretta dopo la maternità - ci dice il prof. Tommaso Ticali,che allena anche Stefano Scaini e in passato aveva allenato il messinese Vincenzino Modica, argento iridato di maratona a Siviglia ‘99 - e le prime gare hanno fatto capire che è sulla buona strada per tornare ai vertici assoluti. Adesso dal 20 prossimo all’11 febbraio sosterrà insieme a suo marito Stefano, uno stage in Sud Africa e al rientro prenderà parte ai tricolori di maratonina in programma il 16 febbraio a Verona. Sui 21,097 km capiremo cosa manca per arrivare al top in agosto sui 42,195 km».E per il prof.. Ticali i

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 21 Febbraio 2014 15:02
Leggi tutto...
 
CALCOLO DELLA VELOCITA' PDF Stampa E-mail
Scritto da Antonino Passarello   
Domenica 05 Gennaio 2014 17:30
Ultimo aggiornamento Domenica 05 Gennaio 2014 17:32
 
Tutti i campionati italiani del 2014 PDF Stampa E-mail
Scritto da podismo veneto   
Domenica 05 Gennaio 2014 16:50

http://calendariopodismoveneto.blogspot.it/2001/12/fidal-campionati-italiani-2014.html

Ultimo aggiornamento Domenica 05 Gennaio 2014 16:51
 
TUTTE LE MARATONE DEL 2014 IN ITALIA E NEL MONDO PDF Stampa E-mail
Scritto da podismo veneto   
Domenica 05 Gennaio 2014 16:41

maratone in italia 2014

http://calendariopodismoveneto.blogspot.it/2005/05/maratone-in-italia.html

 

http://aimsworldrunning.org/Calendar.htm

 

 

Ultimo aggiornamento Domenica 05 Gennaio 2014 17:36
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 9